UNA CASETTA PER I BAMBINI DEI DETENUTI DI BOLLATE

rimaflowadmin 9 agosto 2018 Commenti disabilitati su UNA CASETTA PER I BAMBINI DEI DETENUTI DI BOLLATE

“UNA TRACCIA DI LIBERTÀ”
UNA CASETTA PER I BAMBINI DEI DETENUTI DI BOLLATE

“Una traccia di libertà” è un progetto del Politecnico di Milano e Amministrazione Penitenziaria con la collaborazione del Gruppo della Trasgressione.
RiMaflow vi ha partecipato con i suoi artigiani costruendo una struttura di incontro per i detenuti e le loro famiglie che sarà inaugurata il prossimo ottobre nel giardino del carcere di Bollate. Docenti, studenti, detenuti e lavoratori/trici insieme per costruire spazi di libertà e dignità e trasformare la pena in occasione di rinascita dell’umano.

Di seguito un report fotografico che illustra l’incontro con i docenti e gli studenti del Politecnico di Milano**, con il Gruppo della Trasgressione* e le fasi di lavorazione e istallazione della struttura costruita nei laboratori di RiMaflow insieme agli artigiani della Cittadella dei mestieri.

Su questo progetto il “Corriere della sera” ha scritto un articolo che è possibile leggere al seguente sito:

https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/18_agosto_08/milano-casetta-rossa-bollate-un-oasi-figli-detenuti-7ff9df20-9acf-11e8-935d-1b6371349412.shtml

* Per il Politecnico di Milano il il lavoro di studio e di progettazione è stato realizzato dagli studenti di Architettura Urbanistica e Ingegneria delle Costruzioni coordinati dai loro docenti Andrea Di Franco, Chiara Merlini, Michele Moreno e Lorenzo Consalez.

**il “Gruppo della Trasgressione” coordinato dal prof. Angelo Aparo è composto da detenuti ed ex detenuti del carcere di Milano, da studenti e neolaureati di Psicologia e Giurisprudenza ed operano nei carceri di S. Vittore, Opera e Bollate e collabora con decine di insegnanti e artisti.

Comments are closed.