I RAGAZZI E LE RAGAZZE DELLA TERZA MEDIA DI TREZZANO SUL NAVIGLIO SCRIVONO DI RIMAFLOW

Administrator 30 aprile 2015 0

studenti 1 800
Nel marzo scorso una rappresentanza di ragazze e ragazzi di diverse classi della terza media dell’Istituto Comprensivo Franceschi di Trezzano sul Naviglio, accompagnati dalle loro docenti, ha visitato Rimaflow per conoscere le sue attività. Questa visita oltre ad essere un lieto evento ha rappresentato un significativo ed importante riconoscimento della nostra esperienza da parte dell’istituzione scolastica. Su questa visita i ragazzi/e ci hanno inviato un articolo che siamo ben felici di pubblicare. A tutti/e loro, alle docenti e alla Direzione scolastica va il nostro ringraziamento per l’attenzione dimostrata verso il nostro progetto di lavoro .

 

ARTICOLO/ 27 aprile 2015
Il giorno 2 marzo una delegazione di alunni di terza media è andata alla Rimaflow, accompagnata dalle prof. Caracci e Pizzetti.
Appena arrivati ci hanno fatti entrare e fatto vedere dei video che illustravano le attività che gli operai svolgevano prima della chiusura della fabbrica.
Ci hanno spiegato che il nome vero era Maflow e che lo hanno fatto diventare Rimaflow: “RI” da riciclaggio e da riutilizzo.
Lo scopo di quest’uscita era mostrarci una realtà di Trezzano e di come la crisi abbia inciso sull’economia e sul territorio, procurando l’abbandono di fabbriche e capannoni che degradano l’intera Trezzano.
Alcuni degli ex operai non sono riusciti a trovare un altro lavoro, quindi hanno occupato la fabbrica, sistemandola e facendo attività di qualsiasi genere, guadagnandosi un piccolo reddito per vivere, oltre ad occuparsi del territorio.
Queste attività sono: riparazione di oggetti elettronici (computer-cellulari), ma anche creazione di opere d’arte con tutti gli oggetti che noi buttiamo grazie all’attività di un fabbro ed artigiano. La Rimaflow inoltre e’ famosa anche per altre attività che vi si svolgono, come la restaurazione e ricostruzione di bancali e il negozio dell’usato, che si svolge ogni sabato e domenica all’interno dell’edificio.
Alla fine, dopo tutta la visita e le spiegazioni, ci hanno offerto degli stuzzichini preparati dal bar che possiedono, grazie al regalo di un ospedale.
Per noi è stato molto importante ed interessante andare alla Rimaflow perché ci ha fatto vedere una realtà che pensavamo non realizzabile, questo genere d’esperienze per noi ragazzi sono molto importanti, ed andrebbero fatte più spesso.

Alice
Irene
Giorgia
Matteo

studenti 2 800

studenti 3 800

studenti 5 800

studenti 6 800

studenti 8 800

Leave A Response »

You must be logged in to post a comment.